Sono in Home » Itinerari » Terra Magica

BRASILE - BAHIA

Terra Magica (15 giorni)

DESCRIZIONE DEL VIAGGIO

Un viaggio pensato per scoprire un Brasile diverso, sconosciuto, tra le ricchezze di questa terra “benedetta da Dio”, come canta una canzone popolare, costellata di paesaggi naturali di straordinaria bellezza e intrisa di antiche tradizioni, frutto della sintesi delle diverse culture che hanno abitato questa terra.

Si partirà da Salvador de Bahia, la città di Amado: “Non esiste una città così , anche se insisti a cercarla per le vie del mondo”, raggiungeremo quindi, attraversando la foresta atlantica, boschi di mangrovie e il Rio Inferno la selvaggia isola di Boipeba, che si caratterizza per le bianche spiagge bordate di palme da cocco e le barriere coralline che danno forma a piscine naturali. Appena il tempo per innamorarcene e quindi si ripartirà alla volta del Parco Nazionale di Chapada Diamantina, Parco Naturale, dove per alcuni giorni ci immergeremo in una natura mozzafiato, lontano dai rumori della civiltà, dove in 4x4 percorreremo piste tracciate dai cercatori d’oro e di diamanti, attraverseremo il piccolo Pantanal a bordo di imbarcazioni di nativi, ci immergeremo nelle colorate acque del Poço Azul e quindi la straordinaria Cascata do Buracao.

Lasceremo quindi questi territori, attraverseremo la desertica zona del Sertao fino a giungere a Cachoeira, un tempo ricco centro per il commercio della canna da zucchero e del tabacco, oggi città ricca di tradizione, punteggiata di edifici di epoca coloniale. Riprenderemo il viaggio per raggiungere Mangue Seco, suggestivo villaggio di pescatori, circondato da alte dune mobili di sabbia bianca, modellate dal soffiare del vento, oltre alle quali solamente spiagge immacolate e deserte e il mare.

INFORMAZIONI E PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° GIORNO:

Italia – Salvador De Bahia Arrivo e sitemazione in Pousada, conoscenza della guida locale e del programma di viaggio

2° GIORNO:

Salvador Visita della città partendo dal Pelourinho, dove risiedeva il commercio degli schiavi, oggi cuore della Cidade Alta, fatta di edifici vivacemente colorati e animata dalla presenza di gruppi di percussionisti , di capoeristi e di baiane, adorne nei loro costumi tradizionali. Visiteremo una delle più belle chiese brasiliane, la barocca Igresia di San Francesco, con a fianco il meraviglioso Convento, quindi il Museo Afro-Brasileiro dove comincerà l'incontro con la suggestiva tradizione del Candomblè, vedremo le rappresentazioni degli Orixàs (divinità della religione afrobrasileira), anima della cultura bahiana. Visita ella Fondazione Jorge Amado, scrittore famoso in tutto il mondo, figlio di Bahia.

3° GIORNO:

Salvador - Boipeba Di buon mattino lasceremo Salvador per intraprendere il viaggio verso Boipeba. In traghetto attraverseremo la magnifica Baia do Todos Os Santos, lasciandoci alle spalle la città di Salvador, raggiungeremo l'isola di Itaparica da dove proseguiremo in direzione Graçiosa, percorreremo una strada che ci porterà a sperimentare diversi paesaggi, dandoci un'idea della ricchezza naturale di questa regione. Attraverseremo le caratteristiche cittadine di Nazarè e Valença, fino a raggiungere il porticciolo di Graçiosa dove sarà ad attenderci un'imbarcazione con cui percorreremo il Rio Inferno, attraverso paesaggi costellati da magnifiche mangrovie dove incontreremo semplici imbarcazioni di pescatori che sembrano appartenere ad altri tempi. Attraverso il percorso fluviale raggiungeremo la piccola e incontaminata Isola di Boipeba, con oltre 20 km di spiagge deserte, nel cui piccolo e tranquillo villaggio non è permesso alcun mezzo motorizzato, per la pace degli abitanti e la conservazione dell'ecosistema. Sistemazione in Pousada. Visita al vilaggio di Boipeba. Cena.

4° GIORNO:

Boipeba – Visita alle piscine naturali di Morerè e Giro dell’Isola Escursione alle piscine naturali di Moreré. In mezzo al mare una formazione di coralli si costituisce come una barriera alla forza delle onde dando forma ad un'ampia zona di piscine dove l'acqua limpida e cristallina permette l'incontro con numerosi pesci e da modo di concedersi un piacevolissimo bagno di mare. Raggiungeremo quindi sempre in motoscafo, il piccolo e accogliente villaggio di pescatori di Cova da Onça, dove a pranzo avremo modo di gustare la saporita cucina tradizionale bahiana. Nel tardo pomeriggio ritorno alla Pousada.

5° GIORNO:

Boipeba – Escursione alla spiaggia di Cueira Breve e piacevole escursione a piedi fino alla splendida spiaggia di Cueira attraverso un percorso che permette di esplorare spiagge deserte costellate da palme, incantevoli insenature e un breve tratto nella Foresta Atlantica. Quindi tempo dedicato al relax, ai bagni di sole e di mare. Pranzo nel solitario chiosco “Da Guido”. Serata nel suggestivo villaggio di Boipeba.

6° GIORNO:

Boipeba – Lençois Trasferimento in imbarcazione fino a Graçiosa. Da qui in auto si prenderà la strada che ci condurrà nel magnifico Parco Naturale di Chapada Diamantina, terra di fiumi, cascate, verdi vallate, paesaggi mozzafiato. Per arrivarci si attraverserà il sertaõ, terra arida a tratti inospitale, costellata di cactus e rovi che gli abitanti (sertanejos) nei lunghi periodi di siccità sono costretti a lasciare per ritornarvi però al primo accenno di pioggia rinnovando il profondo legame con questa terra. Arrivo a Lençois, antica cittadina mineraria, immersa in un verde rigoglioso, ben conservata, con stradine acciottolate ed edifici del XIX sec. tinteggiati a colori vivaci . Sistemzione in Pousada. Cena in locale tipico.

7° GIORNO:

Lençois – Marimbus – Mucugê Dopo la prima colazione lasceremo Lençois direzione Marimbus a bordo di jeep. Marimbus, chiamato Pantanal da Chapada è una microregione paludosa rigogliosa di vegetazione, abitata da numerose specie di uccelli, pesci e da jacarès (caimani) A bordo di semplici barche a remi (motori sono proibiti) percorreremo parte di questa microregione fino ad arrivare alla Fazenda do Roncador dove e possibile fare il bagno sotto la cascata e quindi pranzare. Proseguiremo in barca fino A Fazenda Velha e lì incontreremo le nostre jeep con cui continueremo il tragitto fino a Mucugê, piccolo e antico nucleo urbano legato all'epoca dei cercatori di diamanti, un tempo numerosi in questa zona. Molto particolare è il Cimitero costruito sotto il pendio della Serra Do Cruzeiro, dove le tombe, costruite in un'anarchia di stili e dimensioni, destando nel visitatore una certa suggestione. Cena e notte in Pousada.

8° GIORNO:

Mucugê – Cascata Do Buracão Partenza dopo la colazione a bordo delle jeep per un tratto di strada e un altro off road fino all'incontro con un sentiero di 3 km che conduce alla Casacata Do Buracão, spettacolo unico e mozzafiato. Avvicinandosi alla cascata si scorge la caduta d'acqua dalla cima che si inabissa nel lago sottostante ma lo spettacolo più intenso lo si ha percorrendo il sentiero successivo che porta alla base della cascata fino al pozzo. Per chi lo desideri è possibile risalire il torrente fino alla base della cascata a nuoto, adeguatamente equipaggiati e accompagnati dalle guide locali, un'esperienza indescrivibile e del tutto sicura che riserva forti emozioni. Ritorno con le jeep a Mucugê. Cena. Notte in Pousada.

9° GIORNO:

Mucugê – Igatu – Poço Azul – Lençois Partenza di buon mattino. In jeep raggiungeremo la suggestiva località di Igatu, un tempo base per le esplorazioni dei garimperos (cercatori di diamanti), oggi città fantasma. Attualmente la popolazione si aggira attorno a trecento persone e la cittadina dall'architettura molto particolare ma con più case in rovina che non abitate, testimonia la decadenza del ciclo della ricerca di diamanti. Gli abitanti rimasti sono molto ospitali e hanno molte storie da raccontare rispetto all'epoca dei diamanti e i più lavorano ancora con i minerali. Il viaggio proseguirà nel pomeriggio in direzione del Poço Azul, sicuramente una delle più sorprendenti attrazioni naturali della regione. Il Poço Azul è un lago dentro una grotta così denominato a causa del colore azzurro vivo che si vede quando il sole batte direttamente nell'acqua. Per chi lo desideri è possibile immergersi, adeguatamente attrezzati e seguiti dalle guide locali in questa magica ambientazione. Raggiungeremo quindi, il Morro de Pai Ignaçio da cui si apre una vista mozzafiato sull’intera regione e per ascoltare la leggende che avvolge questa magnifica formazione rocciosa. Rientro a Lençois per partecipare alla vivace vita serale. Cena in un locale tipico in cui è possibile sperimentare l'ottima cucina regionale. Notte in Pousada.

10° GIORNO:

Lençois – Cachoeira Partenza dopo la prima colazione per riprendere il cammino che ci porterà ad una nuova e suggestiva località. Ancora inebriati dal fascino di questa regione riprenderemo il viaggio in direzione Cachoeira. Ci lasceremo alle spalle il verde rigoglioso del Parco Naturale per immergerci nel diverso ma pur sempre affascinante paesaggio desertico della Caatinga, regione arida, i cui abitanti si dedicano alla pastorizia. Arrivo a Cachoeira, visita della città, patria del Samba de Roda da cui ha tratto origine il più famoso Samba del Carnevale di rio de Janeiro e importante centro spirituale del Candomblè. I terreiros (luoghi di culto) si trovano in piccole case e capanne dove spesso è possibile assistere alle cerimonie. Spesso in questa cittadina si incontrano manifestazioni molto suggestive (Festa da NS da Boa Morte - e Festa de Santa Barbara o Iansà) in cui le tradizioni cattoliche e i rituali del Candomblè si mescolano dando vita ad uno spettacolo molto suggestivo. Cena e notte in Pousada.

11° GIORNO:

Cachoeira - Mangue Seco Mattinata dedicata alla visita di questa cittadina assai suggestiva che sorge lungo le rive del Rio Paraguaçu, definita il gioiello del Reconcavo (regione che ciconda la Baia de Todos os Santos), ricca di variopinti edifici di epoca coloniale, di chiese rivestite di pregevoli azulejos (piastrelle di maiolica di origine portoghese dalle caratteristiche decorazioni di colore azzurro) ed edifici storici. Riprenderemo quindi la strada per trasferirci a Mangue Seco, splendida e selvaggia località marina, che sorge su un fiume che segna il confine tra lo stato di Bahia e quello del Sergipe. Il villaggio consiste in poche abitazioni, costruite al limite di una vastissima distesa di alte bianche dune di sabbia, oltre le quali si aprono magnifiche visuali di spiagge immacolate e deserte. Sistemazione in Pousada.

12° GIORNO:

Mangue Seco a bordo delle dune-buggy raggiungeremo e visiteremo un povoado (piccolo villaggio) di pescatori, dove il tempo si è fermato. Raggiungeremo quindi le splendide i immacolate spiagge per concederci un meritato relax. Notte in Pousada.

13° GIORNO:

Mangue Seco - Salvador Mattinata: breve escursione in mezzo alle dune fino alla spiaggia, Pomeriggio lasceremo Mangue Seco percorrendo la Linha Verde e quindi la costa do Coco. Rientro a Salvador.

14° GIORNO:

Salvador - imbarco sul volo per l’Italia A Salvador visita della Cidade Baixa. Visiteremo la suggestiva e originale Feira de San Joaquim, un mercato popolare che ben richiama le origini africane, il Mercado Modelo e Solar do Unhao, quindi il suggestivo quartiere di Ribeira e il forte de Sao Felipe originario del XVI secolo e Mont Serrat. Visiteremo la Igresia NS do Bomfim, luogo di culto per tutti i bahiani e non solo, dove compieremo il rituale delle fitas (cordoncini colorati), prima di lasciare questa magica terra. In serata trasferimento in aeroporto e imbarco sul volo di rientro in Italia.

15° GIORNO:

Italia In giornata arrivo in Italia.



DATE DI PARTENZA

Partenze individuali da concordare.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

2 partecipanti 3/4 partecipanti 5/8 partecipanti Max. 8 partecipanti


INFORMAZIONI PER IL VIAGGIO

Trasporti interni con auto / jeep / motoscafo / imbarcazioni a motore e remi. Sistemazioni in camera doppia in Pousadas di buon livello che si caratterizzano per la buona accoglienza e l'ottima qualità dei servizi.


Trattamento di pensione completa (bevande escluse). Visite ed escursioni come da programma. Accompagnatore italiano residente in loco. Consigliata l’Assicurazione Sanitaria Clima – Le stagioni sono opposte a quelle italiane ma Bahia è calda tutto l'anno con temperature massime comprese in media tra i 26° e i 32° e minime che si attestano tra 16° e 20°.


Le pioggie si concentrano tra aprile e giugno anche se può piovere in ogni periodo dell'anno. Nella zona di Chapada Diamantina la media delle temperature minime varia tra i 14° e 18°. I mesi più piovosi sono quelli tra novembre e marzo quando il paesaggio diventa più verde e i corsi d'acqua si arricchiscono. Non è richiesta alcuna vaccinazione.


Necessario il passaporto con validità di almeno 6 mesi . Viaggio di grande interesse paesaggistico, naturalistico e etnografico in zone poco battute dal turismo di massa nello Stato di Bahia. Itinerario leggermente impegnativo, richiede un certo dinamismo visto i numerosi spostamenti e la particolarità di alcune escursioni e una buona dose di curiosità e disponibilità ad accogliere situazioni culturalmente differenti. Alimentazione ottima e genuina a base di tipici prodotti locali.





Contatti :: 0055 (71) 3212-3766 | (71) 8102-4797

® Copyright - Terra Sem Tempo - Foto by Carlo Balduzzo