Sono in Home » Itinerari » Trekking e avventura

BRASILE - CHAPADA DIAMANTINA

Trekking e avventura (15 giorni)

DESCRIZIONE DEL VIAGGIO

Un viaggio intenso, pensato per chi cerca l’emozione vera che nasce dal contatto con una natura dalla bellezza rara. Arrivo previsto a Salvador capitale dello stato di Bahia, che fu capitale della grande colonia portoghese del Nuovo Mondo e centro del traffico degli schiavi, oggi città di chiara impronta africana, la città di Jeorge Amado, di cui disse: “non esiste una città così neanche se insisti a cercarla per le vie del mondo”.

Lasceremo quindi Salvador de Bahia per raggiungere il Parco Nazionale di Chapada Diamantina, Parco Naturale, creato nel 1985. Un altopiano esteso con un altitudine compresa tra gli 800 m e i 1000 m. Terra di fiumi, cascate, verdi vallate, paesaggi mozzafiato, sicuramente una delle migliori destinazioni brasiliane per quanto riguarda l’ecoturismo e l’avventura.

Per alcuni giorni ci immergeremo in una natura incontaminata, lontano dai rumori della civiltà, percorreremo a piedi piste tracciate dai cercatori d’oro e di diamanti, ospiti degli ultimi nativi che abitano questa terra. Raggiungeremo Mucugè da dove continueremo nella scoperta di luoghi fantastici come la straordinaria Cascata do Buracao e le colorate acque del Poço Azul, in cui potremmo immergerci. Lasceremo quindi questi territori, attraversando la desertica zona del Sertao fino a giungere a itacare’, suggestiva località di mare immersa nella selvaggia Mata Atlantica, alla scoperta di spiagge fantastiche di rara bellezza.

INFORMAZIONI E PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° GIORNO: Italia – Salvador De Bahia

Partenza dall'Italia per Salvador. Arrivo nella magica capitale dello stato di Bahia, oggi gioiello afrobrasiliano che fu magnifica capitale della grande colonia portoghese del Nuovo Mondo. Trasferimento e sistemazione in Pousada.

2° GIORNO: Salvador

Visita della città partendo dal Pelourinho, dove risiedeva il commercio degli schiavi, oggi cuore della Cidade Alta, fatta di edifici vivacemente colorati e animata dalla presenza di gruppi di percussionisti , di capoeristi e di baiane, adorne nei loro costumi tradizionali. Visiteremo una delle più belle chiese brasiliane, la barocca Igresia di San Francesco, con a fianco il meraviglioso Convento, quindi il Museo Afro-Brasileiro dove comincerà l'incontro con la suggestiva tradizione del Candomblè, vedremo le rappresentazioni degli Orixàs (divinità della religione afrobrasileira), anima della cultura bahiana. Visita ella Fondazione Jorge Amado, scrittore famoso in tutto il mondo, figlio di Bahia.

3° GIORNO: Salvador - Lençois

Da qui in auto si prenderà la strada che ci condurrà nel magnifico Parco Naturale di Chapada Diamantina, creato nel 1985, un altopiano esteso con un altitudine compresa tra gli 800m e i 1000m. Terra di fiumi, cascate, verdi vallate, paesaggi mozzafiato, sicuramente una delle migliori destinazioni brasiliane per quanto riguarda l’ecoturismo e l’avventura. Per arrivarci si attraverserà il sertaõ, terra arida a tratti inospitale, costellata di cactus e i cui abitanti (sertanejos) nei lunghi periodi di siccità sono costretti a lasciare per ritornarvi però al primo accenno di pioggia rinnovando il profondo legame con questa terra. Arrivo a Lençois, antica cittadina mineraria, immersa in un verde rigoglioso, ben conservata, con stradine acciottolate ed edifici del XIX sec. tinteggiati a colori vivaci . Sistemzione in Pousada. Cena in locale tipico.

4° GIORNO: Lençois - Capão

Giornata dedicata alla conoscenza dei dintorni di Lençois, cittadina incastonata nella meravigliosa Serra do Sincorà, porta d’entrata per la Chapada Diamantina, un tempo centro di raccolta e di smistamento dei diamanti, oro e minerali, che qui venivano raccolti dai “garimperos”. Preparazione del materiale per il Trekking, incontro con le guide che ci accompagneranno, presentazione del percorso. Spostamento a Capao da dove parte il trekking. Sistemazione in Pousada.

5° al 8° GIORNO: Trekking nella Valle do Paty

Uno dei migliori percorsi nel circuito del trekking nazionale, a “trilha do Vale do Paty” è un’immersione per cinque giorni in un paesaggio mozzafiato, lontano dai rumori della civiltà. Non c’è altro modo di percorrerla se non a piedi o a dorso di un mulo, lasciando Capao si salirà la serra do Sincorà per poi scendere in una valle attraverso un cammino impervio e sinuoso. La sensazione di isolamento sperimentata è impressionante, durante il cammino non si incontra energia elettrica, TV, radio, l’unico passatempo dei pochi abitanti di queste zone è giocare a domino. Ma è proprio l’ospitalità dei nativi, che ci accoglieranno nelle loro case e cucineranno cibi tradizionali a rendere ancora più magica l’atmosfera di questi luoghi. Da un punto di vista fisico, è un itinerario abbastanza faticoso che richiede un minimo di preparazione atletica e una buona disponibilità d’adattamento, comunque via via che ci si inoltra nel cammino, le difficoltà si scordano presto e rimane la soddisfazione per aver affrontato quest’avventura in un’ambientazione unica per la sua affascinante particolarità. Alla fine del trekking arriveremo a Mucugé, piccolo e antico nucleo urbano legato all'epoca dei cercatori di diamanti, un tempo numerosi in questa zona. Molto particolare è il Cimitero costruito sotto il pendio della Serra Do Cruzeiro, dove le tombe, costruite in un'anarchia di stili e dimensioni, destando nel visitatore una certa suggestione. Notte in Pousada.

9° GIORNO: Mucuge - Cachoeira do Buracao - Mucuge

Partenza dopo colazione per un tratto di strada off road fino all'incontro con un sentiero di 3 km che ci condurrà fino alla Casacata Do Buracão, spettacolo unico e mozzafiato. Avvicinandosi alla cascata si scorge la caduta d'acqua dalla cima che si inabissa nel lago sottostante ma lo spettacolo più intenso lo si ha percorrendo il sentiero successivo che porta alla base della cascata fino al pozzo. Per chi lo desideri è possibile risalire il torrente fino alla base della cascata a nuoto, adeguatamente equipaggiati e accompagnati dalle guide locali, un'esperienza indescrivibile e del tutto sicura ma che riserva forti emozioni. Rientro a Mucugè per la cena, notte in Pousada.

10° GIORNO: Poço Azul - Igatú - Lençois

Partenza di buon mattino. In jeep raggiungeremo la suggestiva località di Igatu, un tempo base per le esplorazioni dei garimperos (cercatori di diamanti), oggi città fantasma. Attualmente la popolazione si aggira attorno a trecento persone e la cittadina dall'architettura molto particolare ma con più case in rovina che non abitate, testimonia la decadenza del ciclo della ricerca di diamanti. Gli abitanti rimasti sono molto ospitali e hanno molte storie da raccontare rispetto all'epoca dei diamanti e i più lavorano ancora con i minerali. Il viaggio proseguirà nel pomeriggio in direzione del Poço Azul, sicuramente una delle più sorprendenti attrazioni naturali della regione. Il Poço Azul è un lago dentro una grotta così denominato a causa del colore azzurro vivo che si vede quando il sole batte direttamente nell'acqua. Per chi lo desideri è possibile immergersi, adeguatamente attrezzati e seguiti dalle guide locali in questa magica ambientazione. Raggiungeremo quindi, il Morro de Pai Ignaçio da cui si apre una vista mozzafiato sull’intera regione e per ascoltare la leggende che avvolge questa magnifica formazione rocciosa. Rientro a Lençois per partecipare alla vivace vita serale. Cena in un locale tipico in cui è possibile sperimentare l'ottima cucina regionale. Notte in Pousada.

11° GIORNO: Mucuge - Itacaré

Di buon mattino lasceremo la Chapada Diamantina e ci dirigeremo verso la Costa Atlantica, direzione Itacarè, tranquilla cittadina di pescatori, immersa nella foresta atlantica con spiagge selvagge di rara bellezza. Sistemazione in Pousada.

12° - 13° GIORNO:: Mucuge - Itacaré

Visita alla splendide spiagge di Itacarezinho e Prainha, ritenute tra le più belle del Brasile. Relax. Per chi lo desideri, possibili escursione in kayak ed alla Trilha Boa Paz: luogo incantato dove la natura si mostra forte e selvaggia, conosceremo la flora e fauna locale percorrendo un sentiero che si immerge nella Foresta Atlantica, si potrà fare il bagno in acque cristalline,e gustare i sapori della terra.

14° GIORNO: Itacaré - Salvador

Giornata dedicata al trasferimento da Itacarè a Salvador, percorrendo la Costa do Dendè. Sistemazione in Pousada. Cene in locale tipico.

15° GIORNO: Salvador - Italia

Visita di Salvador, la Cidade Baixa, con il suo Mercado Modelo e Solar do Unhao, quindi il suggestivo quartiere di Ribeira e il forte de Sao Felipe originario del XVI secolo e Mont Serrat. Visiteremo la Igresia NS do Bomfim, luogo di culto per tutti i bahiani e non solo, dove compieremo il rituale delle fitas (cordoncini colorati), prima di lasciare questa magica terra. In serata trasferimento in aeroporto e imbarco sul volo di rientro in Italia. Cena e pernottamento in volo.

16° GIORNO: Arrivo in Italia




DATE DI PARTENZA

Partenze individuali da concordare.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

2 partecipanti 3/4 partecipanti 5/7 partecipanti. Max. 7 partecipanti.


INFORMAZIONI PER IL VIAGGIO

Trasporti interni con auto / jeep . Sistemazioni in camera doppia in Pousadas di buon livello e nelle case dei nativi durante il trekking. Alimentazione ottima e genuina a base di tipici prodotti locali. Trattamento di pensione completa (bevande escluse). Visite ed escursioni come da programma. Accompagnatore italiano residente in loco.


Consigliata l’Assicurazione Sanitaria Clima – Le stagioni sono opposte a quelle italiane ma Bahia è calda tutto l'anno con temperature massime comprese in media tra i 26° e i 32° e minime che si attestano tra 16° e 20°. Le pioggie si concentrano tra aprile e giugno anche se può piovere in ogni periodo dell'anno. Nella zona di Chapada Diamantina la media delle temperature minime varia tra i 14° e 18°. I mesi più piovosi sono quelli tra novembre e marzo quando il paesaggio diventa più verde e i corsi d'acqua si arricchiscono.


Non è richiesta alcuna vaccinazione. Necessario il passaporto con validità di almeno 6 mesi . Viaggio di grande interesse paesaggistico, naturalistico e etnografico in zone poco battute dal turismo di massa nello Stato di Bahia.


Itinerario non molto impegnativo ma che richiede una certa preparazione fisica ed un certo spirito di adattamento per quanto riguarda il trekking e comunque una buona dose di curiosità e disponibilità ad accogliere situazioni culturalmente differenti.





Contatti :: 0055 (71) 3212-3766 | (71) 8102-4797

® Copyright - Terra Sem Tempo - Foto by Carlo Balduzzo